I luoghi colombiani dell’Andalusia

. L’Andalusia per la sua posizione geografica era di vitale importanza per la creazione dell’America spagnola. Come una porta verso l’Atlantico, ha diverse località come luoghi in Colombia, dove possiamo godere i monumenti e la loro storia. L’Andalusia colombiana ci mostra un percorso di monumenti, storia e personaggi che hanno partecipato alla conquista e allo sfruttamento dell’America.

Il 12 ottobre, la festa nazionale e la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo avvenne nel 1492. Con questa scoperta iniziò l’avventura americana durata circa 300 anni. Su questa rotta ti mostreremo cinque posti relativi a questa parte della storia spagnola.

1) Siviglia.La capitale dell’Andalusia fu la protagonista della preparazione prima dei viaggi di Colombo, della scoperta dell’America, del ritorno al mondo, del successivo sfruttamento commerciale nelle colonie americane.  Il percorso avrebbe avuto inizio in uno spazio in cui si celebrava il quinto centenario all’Expo 92, in particolare il monastero di Santa María de las Cuevas, situato sull’isola del monastero certosino e che in origine era una fabbrica di ceramiche almohade e in seguito divenne un monastero di l’ordine cartaginese alla fine del XIV secolo.  Questo monastero ha uno stile gotico mudejar come la maggior parte degli edifici religiosi di quel tempo in città. Il monastero era il luogo di residenza e studio di Cristoforo Colombo per conoscere i possibili percorsi per trovare il continente asiatico (era quello che cercava inizialmente). Colombo divenne amico dell’abate che gli diede l’opportunità di studiare i vari manoscritti presenti nello spazio religioso.

 La leggenda narra che Cristoforo Colombo stesso abbia piantato un albero di quercus che è ancora vivo 500 anni dopo in una delle sue terre. Este  Questo spazio conteneva opere pittoriche attualmente conservate nel Museo di Belle Arti di Siviglia, e non possiamo fare a meno di ammirare le strutture come gli archi e gli elementi architettonici del gotico mudéjar.

archivo de indias File indiano

 Un altro spazio nella città di Siviglia è l’edificio rinascimentale noto come l’archivio indiano.Nel 1503 in questo edificio fu creato il quartier generale della casa delle assunzioni, che monopolizzò il commercio con l’America. Più tardi, nel diciassettesimo secolo, le bellissime scuole artistiche fondate dal pittore universale Bartolomé Esteban Murillo divennero la sede dell’Archivo General de Indias, dove sono conservate tutte le informazioni relative all’America e utilizzate anche come luogo per mostre itineranti. El monumento fue declarado patrimonio de la humanidad por la unesco. Il monumento è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Un altro monumento patrimonio dell’umanità, proprio di fronte al precedente, è la cattedrale di Siviglia .È il più grande monumento gotico e la seconda chiesa cattolica più grande del mondo dopo San Pietro a Roma. L’edificio con una miscela di arte almohade, gotica e rinascimentale è il luogo in cui riposano le spoglie mortali di Cristoforo Colombo.  Le sue grandi pareti ad arco con immense vetrate mostrano la grandiosità di questo spazio religioso.  Tuttavia, possiedono anche i tesori pittorici e le arti minori del tempo dell’impero spagnolo.

2) Il porto di Santa Maria . La città di Cadice ha l’importanza di essere il luogo in cui Colón ha stipulato i contratti con i fratelli Finch e anche con il navigatore basco residente in località Juan de la cosa.  Juan de la cosa diventa il creatore della prima mappa che mostra l’esistenza del nuovo continente, questa mappa datata intorno al 1500, è conservata nella biblioteca nazionale di Madrid, tuttavia l’ingresso del castello medievale di San Marcos, mostra una replica nelle tessere della mappa del marinaio.  Il porto di Santa María mostra nella zona delle galee le tipiche costruzioni dell’epoca coloniale che in seguito furono esportate in America. Uno dei monumenti più importanti della città è il monastero della Vittoria, anch’esso con influenze gotiche mudejar del XV-XVI secolo. Il porto di Santa María costituiva un luogo insieme a Cadice per il contrabbando di merci che dovevano raggiungere Siviglia dal fiume Guadalquivir: molti prodotti arrivarono in questa zona senza passare per i controlli ufficiali. Il museo municipale di fronte alla chiesa collegiata, non può mostrare più storia sul rapporto tra Cristoforo Colombo e Juan de la Cosa.

3) Sanlúcar de Barrameda .  Situato alla foce del fiume Guadalquivir, costituiva l’anticamera della città di Siviglia, perché le navi più grandi non potevano attraversare la barra di rocce e sabbie che si formavano nell’estuario.  La città fu importante nel terzo viaggio di Colombo che partì il 30 maggio 1498 con otto navi per l’isola degli spagnoli tuttavia la più grande importanza è il fatto che nel 1519 partì la spedizione comandata da Magellano di girare intorno il mondo e infine Elcano culminarono a Siviglia tre anni dopo.  La città con una ricca industria vinicola, ci mostra anche gli spazi legati alle spedizioni americane o canarie come la chiesa della Trinità dove i marinai pregavano che avrebbero conquistato le Isole Canarie. Un altro monumento è la chiesa di O, gotico mudéjar, proprio accanto al palazzo di Medina Sidonia.Prima della partenza del terzo viaggio a Colón, fu qui a Sanlúcar dove Columbus ricevette da un editore inglese una copia del libro di viaggio.

Convento de Santo Domingo Convento di Santo Domingo

L’ultimo posto a Sanlúcar relativo al viaggio colombiano è la chiesa di Santo Domingo fondata nel XVI secolo, di tipo rinascimentale e con opere pittoriche di autori fiamminghi e, ad esempio, Francisco Pacheco.

 4) Cádiz Il noto come la tacita d’argento acquista importanza nell’ultima parte dell’impero spagnolo, sebbene sia anche l’area del contrabbando della merce dell’America spagnolaIl suo centro storico mostra che il tempo non è passato in molti casi mantenendo la struttura dell’epoca coloniale del Rinascimento-BaroccoIl secondo viaggio di Colombo da Cadice nel 1493 in realtà per cercare la pasilla arrivò tuttavia sull’isola di Porto Rico.

5) Huelva . L’ultimo posto, naturalmente, non poteva essere altro che la provincia di Huelva.L’inizio dell’avventura americana inizia qui, con la partenza, il 3 agosto 1492, della spedizione comandata da Colombo, con tre caravelle, la pinta, la ragazza e Santa Maria. La partenza era dal porto di boschi, vicino asino al monastero di la rábida. Questo edificio in stile gotico-mudejar è un monastero con un chiostro e un museo con oggetti che commemorano la scoperta dell’America. Martín Alonso Pinzón è sepolto nel monastero e fu anche il luogo dove soggiornò Colombo, ma anche i conquistatori Hernán Cortés o Francisco Pizarro. Il monastero fu creato come un’invocazione a Santa María de la Rábida, la cui scultura del XIII secolo è conservata nella zona, la cui origine era probabilmente Templare, poiché nell’edificio originale era un Ribat musulmano ed era custodito da questo ordine cavalleresco. Su un molo lì vicino c’è la replica delle tre caravelle che solcavano i mari alla ricerca del nuovo mondo.

Il monastero ha avuto una grande importanza dal momento che alcuni dei monaci ospitati lì erano a evangelizzare un territorio appena scoperto da qui l’importante rapporto che la rabida mantiene con vari paesi d’America