Acinipo

La città si trova sull’altopiano di Ronda la Vieja ad un’altezza di circa 1.000 metri e si affaccia sulla Sierra de Grazalema. È costruito su un’antica città fortificata iberica chiamato “oppidum”.
La sua situazione strategica per quell’altezza lo rende una pietra miliare architettonica per il suo tempo come le costruzioni e gli edifici sono stati fatti in modo sfalsato.
Ci sono resti della sua occupazione fin dai tempi dell’età del bronzo, tuttavia la maggior parte delle sue costruzioni vengono a noi dall’epoca romana. Dalla fine del primo secolo dopo Cristo fino al terzo secolo è l’epoca di maggiore splendore, è nel quarto secolo, quando perde l’egemonia e passa la sua importanza per la città di Ronda, e dà il suo totale abbandono nel settimo secolo.
L’edificio più importante è il teatro, essendo l’elemento meglio conservato, e la cui costruzione ha sfruttato la pendenza per gli stand, scavata sulla roccia. Con le roccie estratte per i basamenti la scena è costruita che è conservata nello stato molto buon, comunque il resto degli elementi architettonici più importanti è sparito.
Gli altri resti importanti sono le terme costruite un secolo prima di Cristo, questa struttura è nella parte inferiore della città. Da qui si conservano il caldarium e il tepidarium, oltre a resti di tubature e colonne d’acqua.
Oltre agli edifici sopra indicati si possono vedere i resti delle Domus o case di maggior prestigio nella zona, così come i resti del muro che circonda la città e fortificato, e, infine, le case di origine iberica con forma arrotondata che ha preceduto alle costruzioni romane.
La città era importante nel relativo tempo perché persino ha coniato la moneta.