Baena

La storia della città di Baena, inizia con l’età dei metalli, anche se i primi insediamenti si rivolgono a noi di epoca iberica, con Iberi insediamenti come Torreparedones dove religioso e funerario come Leona de Baena resti sono stati trovati, ora nel Museo Storico nazionale

In epoca romana si pensa che abbia aiutato Julio Cesar nella sua lotta contro i figli di Pompeo.

Tuttavia, nell’era islamica è quando inizia a configurarsi come la città attuale con la costruzione di un castello, una moschea (forse l’origine della chiesa maggiore).

La città aveva periodo di massimo splendore e le guerre come quelle di una muladí che si alzò contro l’ordine costituito, ma in seguito passò nelle mani dei cristiani nel XIII secolo, anche se per anni ha subito l’assedio del Regno di Granada che ha sempre voluto recuperare ..

La città si trova in una regione vinicola nel quadro della denominazione Montilla Moriles e di grande tradizione. La città ha una serie di monumenti che sono:
• Chiesa parrocchiale di Santa María la Mayor (monumento nazionale di interesse artistico storico). (Restaurato nel 2003)
• Chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Guadalupe (ex convento domenicano).
• Chiesa parrocchiale di San Bartolomé Apóstol (restaurata nel 2009)
• Chiesa di Santa Marina (del Consiglio dell’Ospedale di Gesù Nazareno).
• Chiesa dello Spirito Santo (HH Sponsorship of Mary).
• Chiesa di San Francisco (ex convento francescano).
• Monastero della Madre di Dio (MM Dominicas).

Altri edifici:
• Casa della Contessa (ex scuola dei PP dei Gesuiti, attuale sede dell’Associazione delle Confraternite e Museo della Settimana Santa).
• Casa de la Tercia (ospita il Museo Storico e Archeologico, il più importante della città con importanti pezzi iberici e romani scavati in siti vicini come Torreparedones).
• Chiesa di San Pedro (senza culto al momento, funziona come un centro sociale del quartiere).
• Chiesa del Salvatore (senza culto al momento, funziona come un centro sociale del quartiere).
• Eremo di Nostra Signora degli Angeli (a 3 km dal centro della città dal CO-6206).
• Ermita de Nuestra Señora de los Remedios .. Situato nel Barrio del Tint, accanto all’antica chiesa del Salvatore, è una antica torre del muro a cui è stato aggiunto un corpo. In questo piccolo eremo possiamo trovare la Tavola della Madonna dei Rimedi, di grande devozione tra la gente del vicinato.

Di questi si segnalano il Castello di Baena, una costruzione del Califfato IX secolo, anche se la sua importanza si trova il XIII secolo, con la conquista di Fernando III Santo per essere ulteriormente enclave confine con Nazari regno di Granada.

Sebbene l’edificio sia arrivato in un certo momento in rovina, è giunto a noi costruito con muratura in pietra e muratura, e anche tre delle sue quattro torri situate ai suoi angoli e chiamato uno dei Segreti, un altro dei Jingle Bells e l’ultimo dei Cinque Angoli o del Arqueras. Dalle sue mura sopravvivono ancora diverse tele, alcune torri e due porte, con aspetto islamico, volte e forma di piega, che chiamano Arco de Consolación e l’altro Arco Oscuro.