Ecija

 

 

La città di Astigi era situata vicino al fiume Genil, l’antichità navigabile e via Augusta. Siamo a conoscenza di alcun riferimento scritto al Écija repubblicano, il che suggerisce che la sua importanza per le merci provenienti da Augusto, che funzionano con il titolo di Augusta firma colonia e diventa la capitale del convento astigitano legale. Città importanti come Urso rimasero sotto la sua giurisdizione.

Possiamo affermare che il vecchio muro coincideva con l’impianto medievale sebbene esistente, ma era possibile che fosse più grande ai tempi di Augusto. L’attuale configurazione delle strade, in parte reticolare, ci consente di supporre l’esistenza di una pianta ottagonale nel periodo imperiale.

Il forum si trova nell’attuale piazza principale, dove è iniziato il cardo massimo, corrispondente alle strade di Santa Cruz e Canovas del Castillo. Il massimo Decumano è identificato con il duca di strada della vittoria.

Nessuno degli edifici che circondano il forum è ben noto, anche se ci sono molti elementi architettonici, sculture ed epigrafi che suppongono l’esistenza ricca e inamovibile in questo luogo. Alcuni trovano resti scoperti di case con decorazioni a mosaico.

Zona El Picadero

Per quanto riguarda gli edifici pubblici, troviamo i resti dell’antico anfiteatro nell’attuale arena.

La scoperta principale è stato durante gli scavi nella zona conosciuta come il Manege, dove le pareti di quello che sembrava essere un edificio pubblico in un magnifico stato di conservazione, quasi simile a quelli di Pompei sono stati scoperti. Uno stagno romano è anche conservato quasi intatto nella Plaza del Salón, risalente alla fine del I secolo aC. C.

Museo archeologico

Tra i più importanti reperti archeologici degli ultimi anni, econtrados della provincia Betica, si distingue per il suo interesse, valore artistico e stato di conservazione di una statua di Amazona II secolo in corrente continua, copia di un originale greco del IV secolo aC trovato nel 2002 a Écija, la vecchia Astigi e successivamente colonia Augusta Firma, capitale che era del conventus astigitanus.