Il fantasma del Parador di Jaen

 

Completando la piccola menzione che facciamo agli hotel e alle strutture ricettive incantate o con la presenza di fantasmi, troviamo probabilmente uno dei più noti e importanti non solo per la sua categoria di hotel ma per la storia contenuta nell’edificio.

Questa volta parliamo del Parador de Jaen, che si trova nel Castillo de Santa Catalina, su una collina ai cui piedi la città di Jaen è stato, e dove tutta l’area della Valle del Guadalquivir è contemplato, la Sierra Magina e la Sierra de Cazorla .

Parador de Jaen è un castello costruito su fondamenta arabe da Ferdinando III nel XIII secolo, durante la conquista di quella regione dalle truppe cristiane e più tardi nel ventesimo secolo, dopo una riforma, è diventato uno dei più Paradores che punteggiano la geografia spagnola.

Si dice dagli anni ’60 che una serie di strani fenomeni si verificano nelle loro strutture. Soprattutto, evidenzia, i fenomeni si sono verificati nella stanza numero 22 dello stabilimento.

Gli ospiti dicono che durante la notte bussano alla porta e quando si aprono lì, non c’è nessuno. È nella stessa stanza in cui gli oggetti si muovono, vengono lanciati o anche una drastica caduta di temperatura avviene anche con il riscaldamento.

La fenomenologia non finisce qui, alcuni testimoni, ospiti e impiegati parlano della presenza di una giovane donna vestita con abiti arabi che cammina costantemente per la stanza. Secondo la direzione e gli impiegati dell’hotel nessuno che lavora lì usa quell’abbigliamento.

La storia menziona l’esistenza di un giovane musulmano di nome Jasmina che morì d’amore per una delusione con la sua amata. Una storia molto ricorrente quando parliamo di castelli incantati.

Altri testimoni menzionano l’esistenza di un altro spirito noto come la lucertola terribile, che gira intorno ai locali lamentandosi delle circostanze che hanno portato alla sua morte e che non era altro che le devastazioni di una lunga prigionia.

Fenomeni paranormali o inganni inventati da persone che non sanno come attirare l’attenzione, se possiamo indicare che il castello ha una grande storia a causa delle circostanze vissute dalla sua costruzione fino ad oggi.

Guerre, intrighi, morti e altri eventi si sono verificati nelle sue mura senza un testimone o un record che potesse raggiungerci oggi come ogni elemento tecnologico quotidiano ci fa arrivare. Solo i testimoni ci danno informazioni che non conosciamo la loro affidabilità.

Altri luoghi in Andalusia probabilmente hanno queste storie che fanno parte del loro folklore, ma invitiamo tutti a verificare se è vero o è mera mito come detto in queste righe e trovare un edificio con la storia, dove anche si dice che il Presidente francese