Chiesa di San Andres

La chiesa di San Andrés è una delle chiese di gotico mudejar che è stata fondata dopo il 1248. Tuttavia, come la maggior parte delle chiese gotico mudejar hanno ulteriori contributi del Barocco.

La sua costruzione risale al XIV secolo, tuttavia aggiunte sono state apportate ai secoli XVI, XVII e XVIII.

Esterno.

L’esterno della chiesa ha tre ingressi, l’ingresso principale si trova ai piedi della chiesa e ha il maggior interesse e dimensione corrisponde al tempio primitivo ma aveva successivi interventi ed ha un vano ogiva strombato.

L’archivolto principale è decorato con il suo filo a punta di diamante sopra di esso è una nicchia con la rappresentazione di Dio Padre.

Il resto del set è sormontato da una cornice sostenuta da mensoloni a forma di testa di leone.

Un altro coperchio è situato a Plaza de San Andres ha un arco a tutto sesto con pilastri toscani con modanature ed è, infine, sormontato da timpano curvo spezzato e al centro di un altro arco a tutto sesto che include l’immagine dell’Immacolata Concezione si trova.

L’ultimo del coperchio è la copertina della lettera aperta sulla parete della nave dell’epistola che è semplice terrazzo e mostra un’apertura con un arco molto ridotto e incorniciato da pilastri toscano un timpano triangolare spezzato al centro c’è un arco semicircolare con un frontone mixtilinear che completa il resto della copertina.

APSE:

Al di fuori della chiesa, evidenziamo l’abside e la torre. Ha dei contrafforti che includevano mani artistiche ogivali, alcune delle quali sono sigillate.

Attualmente il resto del set appare sovrastato da una cornice con modillones di roll e parapetto con pinnacoli curvilinei.

Infine la torre si trova in una grande estensione quadrata che costituisce la cappella sacramentale in una struttura mudéjar e con un semplice giunco ​​di data successiva.

Interni.

La tradizione e lo schema parrocchia Sevillian Medioevo tempio è rettangolare con tre navate separate da pilastri cruciformi che sostengono sezione formeros testa poligonale rilevare archi e navate.

La navata centrale è doppia larghezza rispetto ai lati e coperta da armature in legno a forma di trogolo e i lati sono coperti da un tetto sospeso.

Sullo sfondo possiamo vedere pala che è stato fatto da Felipe Fernandez del Castillo e Benito de Hita e il castello tra il 1732 e il 1739. E ‘formato da una banca corpo tre strade e mansarda possiamo sottolineare una scultura dal lavoro immacolato di Jeronimo Hernandez 1570 situato al centro della pala d’altare.

Nel presbiterio è l’apparizione della vergine ai dipinti di San Bernardo di Juan Rolas 1610-1611 e un apostolato del diciassettesimo secolo.

Le opere di San Roque e San Sebastián sono situate all’ingresso della cappella sacramentale e all’interno della pala d’altare della Vergine del Rosario opere concesse all’ambiente di Roldán.

Due opere situate nella chiesa sono opere di Santa Lucia e San Miguel di Cristóbal de Mayorga (1525)

Accanto al muro della navata dell’epistola si apre in tre cappelle:

Cappella sacramentale: ha due sezioni di pianta quadrata che sono coperte con volte emisferiche su trombe e infine finite all’esterno con merli.

Cappella di Santa Marta: ha un pavimento quadrato e presenta sulla parete sinistra l’accesso alla torre.

Cappella battesimale: anche di pianta quadrata coperta per mezzo di una volta di noto semplice e molto appuntito le cui costole tirano le staffe che a forma di testa. Nella navata del vangelo, d’altra parte, c’è la cappella del sacro cuore con un pavimento quadrato coperto con una volta di stoffa su una corona ottagonale.

La maggiore nave del tempio che si differenzia dalla testa per mezzo di alcune scale che danno accesso all’abside che presenta / mostra una pianta poligonale e possiede tre grammi i primi due sono coperti o per mezzo di volte a croce di sezione trasversale sexpartitas mentre nella sezione finale la terminazione poligonale dell’abside viene raccolta solo nelle sue costole.

Su entrambi i lati della testa sono collocati la sagrestia e l’antica cappella sacramentale questa parte è ricoperta da una interessante volta di panni sulle trombe.

La chiesa è la sede della confraternita di Santa Marta che processione nella settimana santa in particolare il lunedì.

Accanto alla cappella del tabernacolo si trova la cappella con le immagini della confraternita il santissimo Cristo della carità portato da José de harina crea e Nicodemo e accanto alla sua Signora dei dolori e San Juan Evangelista anche la venerabile figura di Santa Marta.