Medina Azahara

Raccontare la storia, avvolta in qualche leggenda, il Califfo Abderrahman III, nel 936, dopo aver soddisfatto una promessa alla sua amante preferita, ha costruito un palazzo a pochi chilometri dalla capitale del califfo, ampie camere ed è circondato da maestosa immagine e somiglianza giardini della città di Granada, da dove proviene, che cittadella, è stato nominato come il prediletto del califfo Azahara, con il nome di Medina Azahara.
• La storia forse esagerata, indica che il califfo costruito il recinto come imitazione delle città orientali e di portare in tribunale un tempo libero lontano dalla capitale, forse influenzato da intrighi e corruzione.
• Il nome della città Madinat Azahara significa città splendente e la sua architettura con elementi andalusi e Umayyad sono degni di camminare in uno spazio situato sulle pendici della Sierra Morena e continua a scavare per scoprire nuove scoperte.
• North Gate.
• La porta nord si apriva direttamente sulla capitale Califfo disposta come difesa per la cittadella, con una cabina per le guardie. Questa porta era costituita da bugne a forma di fune e da una ruggine.
• Edificio basilicale superiore
• La funzione non è molto conosciuta, ma è chiamata così perché ha una forma basilicale, formata in mattoni. Le pareti erano dipinte di bianco e la presa in rosso, come decorazione degli archi.
• Il pavimento del recinto, che si conserva ancora, era muri di mattoni sono state dipinte di bianco e presa in Almagre, entrambi i colori sono utilizzati anche nella decorazione degli archi. Le colonne formate dal capitale di annidamento e quelle rosse del tipo composto.
• continuare con il Grand Portico, era originariamente composta da quindici archi, l’arco a ferro di cavallo centrale e le altre quattordici archi ribassati.
• Tuttavia, l’edificio più emblematico del Campus è la Rich Room, forse il luogo in cui celebrare feste e celebrazioni. Non possiamo smettere di contemplare la struttura di archi a ferro di cavallo con decorazione policroma sostenuto da colonne di marmo con avispero capitale e la creazione di uno spazio aperto. Ha una struttura basilicale a un asse centrale, il resto della superficie della parete era coperto interamente con pannelli decorativi sottili scolpiti in marmo e decorate con pareti motivi astronomiche e cosmologiche.
• La Moschea Alhama, è stato costruito ben orientata alla Mecca, a differenza di quella di Cordoba, con una sala di preghiera e di altri abluzioni. Sala di preghiera costituito da cinque navate longitudinali separate da archi ciascuno formato da otto archi a ferro di cavallo perpendicolari alla parete qibla.

• La casa della piscina si trova a ovest della casa di Ya’far.La parte principale dell’edificio è un cortile centrale con piscina. Due dei portici che si affacciano sul cortile sono conservati, ciascuno formato da tre archi a ferro di cavallo e decorato con atauriques. Il bagno della casa di circa 80 metri quadrati è anche conservato. Si ritiene che in questa casa risieda il califfo Alhakén II.
• La casa reale e la casa di Yafar, sono anche due spazi con decorazione ad archi a ferro di cavallo e pavimento in mattoni.Entrambe le facciate delle sale principali e le coperture interne sono state decorate con ataurique scolpite in lastre di pietra aderenti alle pareti