Percorso romano

Scopri ogni angolo sulla mappa in alto con la descrizione audio di ogni spazio sul percorso (premi due volte il pulsante verde) e cerca l’alloggio facendo clic su ognuna delle città sottolineate nel testo sottostante.

                                                                                                                                                                                  

La civiltà romana ha lasciato la sua impronta particolare in Andalusia, sotto forma di costruzioni tipo città, edifici e strutture. C’è un percorso romano Bética che Mostra tutte le vestigia di epoca romana repubblicana o imperiale.
 
calzada romana ubrique.ruta romana betica
calzada romana ubrique

L’impronta romana che visse per diversi secoli dall’arrivo di Scipione l’africano fino alla caduta dell’Impero romano da parte delle orde barbariche. Questo itinerario romano Bética offre la storia, i resti archeologici e lo stile di vita che portò ai Romani.

anfiteatro italica.ruta romana betica
anfiteatro italica
L’inizio di questo percorso non poteva essere altro che la città di Italica. Fondato durante l’anno 206 BC come accampamento ferrito della battaglia di Ilipa Magna. Questa città situata sulle rive del Guadalquivir, vicino a Siviglia ci mostra lo splendore dell’epoca imperiale.
Infatti, i suoi resti visibili provengono dal tempo dell’imperatore Adriano, il suo figlio più illustre. In questa città possiamo contemplare le sue strade rialzate e le sue case ornate di colonne e i suoi ricchi mosaici.
Vale la pena menzionare la casa degli uccelli e il suo bellissimo mosaico che mostra questi uccelli. Queste case sono all’interno del vecchio recinto murato così come le sue sorgenti calde che possiamo vedere oggi.
Tuttavia gli edifici più colossali sono l’anfiteatro romano, probabilmente uno dei più grandi dell’Impero e il suo teatro situato nella vicina città di Santiponce.
Un altro posto sull’itinerario è il vicino Siviglia, di cui il nome romano era Híspalis. Se Italica era la città di svago Híspalis era la città del commercio. Si ritiene che il forum si trovava nella Plaza del Salvador.
capitel romano sevilla
capitel romano Sevilla. ruta romana betica
I resti che ci sono venuti dall’epoca romana sono nel Museo Archeologico dove possiamo vedere le sculture. All’interno di queste sculture possiamo anche controllare i resti e i mosaici della città.
Un altro luogo relativo al Híspalis romano è il Museo di Anticuarium del Metropol ombrellone. Durante le opere di questa struttura sono stati rinvenuti resti di colonne salate e strutture di stoccaggio.
Questo posto è diventato uno spazio museale, anche se possiamo vedere resti romani nelle colonne della Alameda de Ercole e nella strada Marmols.
Non lontano da Siviglia, è Carmona, il Carmo dei Romani. Nella città si trovano resti anche punici tuttavia la zona più emblematica è la sua necropoli.
 
La necropoli di Carmona, è formata da una serie di tumuli funerari e tombe con templi come quello del mitra Dio. Tuttavia la più spettacolare è il Tempio di Servilia, con una forma ellenistica incastonato nella roccia e con passaggi con ricche pitture sul passaggio per l’altro mondo.
necropolis carmona.ruta romana betica
necrópolis carmona
Proprio accanto alla necropoli si può vedere il suo Museo e il suo anfiteatro creato nella roccia stessa. Il Museo ha figure dell’elefante dal tempiale del mitra del Dio.
Se ci siamo spostati lontano da Carmona ci siamo diretti a Cordoba, il cui nome in romano era “. La sua struttura più conosciuta è il suo ponte romano attraverso il Guadalquivir che era l’entrata sud della città.
Tuttavia altre strutture sono il tempio romano, con il suo colonnato quasi intatto e i resti nel Palazzo dei re cristiani.
Vicino alla cinta muraria si trovano i resti dell’anfiteatro che è in procinto di scavare. E da lì all’ingresso c’è la statua del filosofo Seneca, figlio della città.
 
Il suo Museo archeologico ha resti di monete romane e statue in cui si evidenzia il mitra Dio.
Entrando nella provincia di Cadice non dobbiamo dimenticare naturalmente la sua capitale, con un nome romano Gades. La città era un centro di pellegrinaggio del dio Ercole nel tempio di Sancti Petri e il Dio Crono situato nel Castello di San Sebastián.
templo romano cordoba.ruta romana betica
templo romano cordoba
La città inoltre ha un teatro romano aperto al pubblico nei giorni contati come pure un Museo Archaeological con i resti di questa epoca.
Dirigendosi verso la Sierra de Grazalema troviamo la città di Ocuri, nelle montagne vicino a Ubrique. Dove si possono trovare resti di carreggiata romana e anche strutture come palazzi, templi e un mausoleo difficile da trovare in quello stato.
Vicino alla città di Ronda, e situato su una montagna a mille metri di altitudine, troviamo la città di Acinipo, una città diversa romana, che si trova in una montagna dove si possono vedere muri, Domus, sorgenti calde e il suo magnifico teatro con un paesaggio onirico.
A sud e vicino alla spiaggia di Bologna si trova la città di Baelo Claudia, una città con resti di templi forum, strade, statue, il suo magnifico teatro e resti di una fabbrica di sale. Il luogo in cui è stato creato il garum

.